Vittoria per Gian Piero Buscaglia

Il Tribunale di Alessandria ha deciso il reintegro al lavoro e il rimborso delle mensilità arretrate nei confronti di Gian Piero Buscaglia, ingiustamente licenziato il 15 settembre 2002 (e sottoposto per ben 12 volte a ingiustificate perizie psichiatriche, tutto per aver denunciato ). Il Giudice del processo, la Dott.ssa Lippi, ha letto la sentenza alla presenza di Gian Piero Buscaglia e dei suoi avvocati, Avv. Bisacca e Avv. Buzzi.

Igor Boni ha commentato: “Gian Piero Buscaglia vince la causa per il reintegro. Ma chi risarcisce il tempo perduto e il danno all’immagine? E la casta sindacale perché non si è accorta di nulla?