Vittoria a Vittoria

Bellissimo articolo di Valter Vecellio sull’iniziativa a Vittoria (RG) di non fare pagare alcune tasse comunali a un commerciante che ha deciso di denunciare il racket.

Ci sarebbe davvero bisogno che piu’ persone capissero che il vero fondamento della potenza della mafia, nelle societa’ meridionali ma non solo, consiste nell’assenza dello Stato, che lascia soli i suoi rappresentanti, ma anche poliziotti, carabinieri, avvocati, commercianti (e semplici cittadini).

E’ una verita’ accettata che ogni grande delitto mafioso ha visto come vittima una persona “abbandonata da tutti”: Falcone, Borsellino, Dalla Chiesa, e tantissimi altri. Se solo ci fossero piu’ esempi come quello del comandante dei carabinieri citato nell’articolo, ci sarebbe molta meno Mafia di quanto potremo mai immaginarci.

Racket. Il segnale importante che viene da Vittoria di Va. Ve.

E’ un segnale positivo, quello che viene dall’amministrazione comunale di Vittoria. Un gesto significativo e importante. Nella lotta al racket mafioso quello che conta, è mostrare di non essere soli: dare anche visiva testimonianza che la ribellione al “pizzo” non è “affare” che riguarda il singolo imprenditore, ma l’intera collettività. Ha dunque ragione il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia a esprimere soddisfazione perché il commerciante segnalato dalla locale associazione antiracket è esonerato dal pagamento dei tributi comunali. […]