Tag Archives: reggio calabria

Terremoti, o Come Uccidere I Propri Pronipoti

Certo che a essere cinici ci sarebbe da star proprio tristi…il trio Radicale si impegna per l’otto per mille ma perche’ vuole togliere i soldi ai preti, Tremonti si agita sul cinque per mille ma perche’ non vuol tirar fuori troppi fondi di tasca sua, l’IdV si attacca a tutto per fare le scarpe a Bertolaso (il quale almeno da’ l’impressione di essere una persona seria).

Milioni di italiani intanto si indignano contro gli scandali costruttivi abruzzesi, seduti di fronte alla TV nel loro immobile abusivo e/o condonato e/o in zona a rischio immediato, e mentre meta’ dei parenti lavora in nero e l’altra meta’ e’ stata assunta nepotisticamente, sognano un Paese guidato dalla competenza.

I piani di evacuazione per Messina e Reggio Calabria brillano ma naturalmente solo per la proverbiale assenza.

Geometri e architetti dalla Vetta d’Italia a Pantelleria continuano a usare cemento armato a piu’ non posso, e la Nazione si prodiga ad uccidere quanti piu’ nipoti e pronipoti possibile.

Tirem innanz’.

Terremoto 1908: da Londra allo Stretto Per Celebrare il Centenario del Sisma

(un’intervista al sottoscritto, da parte di Peppe Caridi)

Terremoto 1908: da Londra allo Stretto per celebrare il centenario del sisma

A Century Later, The Heroes of the Baltic Fleet To Be Remembered in Messina and Reggio Calabria

Two cities destroyed by Nature just after the holy days of Christmas; the wailing of the living, lost inside or outside the rubble; the waters of the Strait and their ripples in a light still confusing the sea with the horizon, full of a million pieces of what they had crushed in three waves of tsunami: that was the nightmare to which the Russian Baltic Fleet anchored in the early morning of 29 December 1908.

About twenty four hours had passed since one of the most devastating earthquakes in history, obliterating the cities of Messina and Reggio Calabria (and beyond) in Southern Italy, and with them around 100,000 people: and the Battleship Cesarevič was the first sign of any rescue from the outside world.

In an era where television serves death regularly at dinner time, it is hard to realize what horror is hidden behind the disappearance of one hundred thousand people in an area as small as that of the Strait of Messina. It’s as if somebody had killed three persons a day, on average, every single day for the past century.

And so the intervention of the Baltic Fleet is truly remarkable, and still remembered with all those indefatigable cadets, appearing strong beyond all imagination to the local population, true angels and saviours for thousands.

Who knows how many people would not be alive today, if their grandpa or great-grandma had not been rescued by the Russians? Perhaps extracted from underneath a collapsed building, or even “just” provided with a warm blanket, a place to sleep and warm food to survive especially in the first days after the tragedy.

The intervention of the Baltic Fleet will be remembered alongside the earthquake commemoration in a few days’ time, in the night of 27/28 December 2008, when the cities of Messina and Reggio Calabria will await that terrible hour of 5:21AM: because the sacrifice of hundreds, and the death of tens of Russian sailors should not be forgotten in the maelstroms of history.

Nasce il nuovo MeteoWeb: Rinnovato il Portale

Ricevo e rimando:

Nasce il nuovo MeteoWeb: rinnovato il portale

28 ottobre 2008: ecco il nuovo MeteoWeb, prosegue la nostra “vecchia” avventura

http://www.meteoweb.it/

Da oggi è online il nuovo MeteoWeb: il portale dell’Associazione ONLUS è stato rivoluzionato dal punto di vista grafico, in modo da consentire agli utenti e agli appassionati lettori di seguire in modo più semplice, piacevole e scorrevole le notizie e le previsioni del tempo.

Tutto il resto, però, è “vecchio”: una giovane “vecchiaia” considerato che l’Associazione ONLUS è nata nell’ottobre 2005 e quello che ormai possiamo definire il “vecchio” portale andò online il 16 dicembre 2004.

Sono passati quasi 4 anni, e siamo cresciuti tanto grazie alla collaborazione, all’entusiasmo, alla passione e ai complimenti dei tantissimi lettori, soci, sostenitori e forumisti che hanno visto in MeteoWeb un solido, sano e armonioso punto di riferimento.

La struttura del nuovo portale è molto semplice: sotto le mappe di previsione giornaliera abbiamo il MeteoNotiziario, con tutti gli ultimi articoli non solo di previsioni del tempo e meteorologia (con approfondimenti vari, amarcord, analisi, studi esclusivi, didattica e ricerche) ma anche di cimatologia, astronomia, geologia, vulcanologia e scienza in genere.

Le news scorrevoli in alto danno la possibilità di fruire delle ultime notizie in modo istantaneo e veloce.

Sulla sinistra, sotto il blocco “istituzionale” con le attività di MeteoWeb e le informazioni sui progetti e l’identità dell’Associazione, abbiamo realizzato una dettagliatissima sezione di now/casting con moltissime mappe che potranno servire nella diretta meteo per conoscere le condizioni del tempo e vivere le situazioni più interessanti con una “presa diretta” sull’evoluzione del tempo.

Sotto ancora ci sono tutte le sezioni del MeteoNotiziario, gli approfondimenti e le rubriche speciali.

Non abbiamo ovviamente perduto tutto ciò che abbiamo scritto e realizzato fino adesso: cliccando in alto a destra sull’Archivio MW è possibile accedere al vecchio portale.

Un ringraziamento particolare va ai tecnici e allo staff di Infoitalia servizi http://www.infoit.it/ , i nostri partner tecnici che ci accompagnano per mano da ormai 4 anni con grande dedizione, rispetto, professionalità e spesso con molta … pazienza.

Il rapporto che lega InfoIt a MeteoWeb va ben oltre la semplice collaborazione tecnica: è un rapporto di grande rispetto personale, di stima reciproca e di passione che determina una convergenza di forze e di intenti capace di realizzare una partnership dalle solide basi e dagli ambiziosi progetti.

MeteoWeb si rinnova ma i principi e i valori che sono alla base dello staff redazionale non cambiano assolutamente: la passione per la meteorologia, l’entusiasmo, la voglia di fare, la conoscenza del mondo della scienza e dell’atmosfera, la libertà d’opinione e l’attenzione per gli utenti rimangono invariati e continueranno ad essere l’emblema del MeteoPortale del Mediterraneo.

Immagine

Ecco il nuovo portale:

http://www.meteoweb.it/

Tutti Contro il Ministro Gelmini

Si scopre che la Gelmini ha fatto gli esami a Reggio Calabria per passare prima? E giu’ polemiche, anche naturalmente dalle verginelle offese.

Non mi sembra invece che sia la marachella del Ministro il vero problema (l’ha fatta qualche tempo fa, potrebbe anche essersi rinsavita, adesso che comanda…e d’altronde se l’ha fatta lei, quanti migliaia e migliaia di avvocati italiani l’hanno fatta, la stessa marachella?)

Ci si potrebbe invece aspettare che queste cose vengano invece gestite meglio, e il Ministro ne parli sinceramente invece di “farsi beccare” come l’ennesima stupida che pensava di farla franco

Io intanto, non scagliero’ mai la prima pietra.

Reggio e Messina, Un Blog da Non Perdere

Il blog LA PAGINA di Peppe Caridi e’ insuperabile per quanto riguarda notizie e fotografie da entrambe le sponde dello Stretto.

Vivamente consigliato!!!

ps E’ davvero difficile immaginare che cominci a tessere le lodi di Veltroni (ma ultimamente, non le farebbe neanche la zia del segretario del PD)

pps da non perdere neanche i reportage e le previsioni meteo. Peppe e’ anche uno dei motori principali di Meteoweb – il meteoportale del Mediterraneo di cui segnalo anche il Forum.

Lo Stretto da Scilla
Lo Stretto da Scilla