Certa Magistratura Non Si Smentisce

Se qualcuno avesse ancora dubbi sull’operare di certa Magistratura in Italia…

Protezione civile, Bertolaso indagato per l’alluvione di Vibo Valentia

Il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso è iscritto nel registro degli indagati della procura di Vibo Valentia per l’alluvione che colpì la provincia calabrese il 3 luglio del 2006, provocando la morte di quattro persone. A Bertolaso sarebbe contestata la mancata emissione dell’avviso di avverse condizioni meteo.

Che e’ successo, a Vibo, il lunedi’ 3 luglio 2006? Scrive Andrea Meloni sul sito “Meteogiornale”:

Un temporale che arreca oltre 200 millimetri di pioggia in meno di tre ore su un territorio non abituato a tali piovosita’

Le conseguenze, oltre i 4 morti (uno, in verita’, a causa di un fulmine) e i 22 feriti, si possono vedere in queste foto da La Repubblica.

Continua il Meteogiornale:

Dai dati storici pare che l’evento [...] sia raffrontabile con i 328 mm caduti in 24 ore nel lontano 2 dicembre 1938. In zona sono rarissimi i giorni con oltre o circa 100 millimetri di accumulo di pioggia nelle 24 ore, per altro tutti avvenuti nella stagione delle piogge, ovvero d’inverno.

In risposta all’indagine, in base a quanto dice il sito La Destra:

la Protezione Civile ribadisce che “nessuno dei sistemi di previsione disponibili indicava per il 3 luglio del 2006 la possibilità che si verificasse un evento di così grande intensità”, un evento “di portata eccezionale e di impossibile previsione relativamente alla sua energia.

E quali erano le previsioni quel giorno? Dagli archivi 3bMeteo:

Domani, Lunedi’ 3 Luglio [2006]

Sud: In prevalenza soleggiato in Sicilia, variabilità su peninsulari con rovesci già al mattino su Calabria centro-settentrionale, in intensificazione nel pomeriggio e tendenti ad assumere forma temporalesca, con fenomeni più frequenti su Calabria, Lucania, interne campane e sul Salento. Venti deboli o moderati da NNO, mari poco mossi o mossi al largo, temperature in lieve calo con massime sui 28-32°.

Il punto (e il problema) e’ che, come dice Meloni, “Purtroppo nubifragi così intensi non sono prevedibili“. Possibile? Si’, se si va oltre alla semplicioneria di incolpare la Protezione Civile per la mancata previsione al giorno prima. Scrive Peppe Caridi su “Strilli”:

[...] La vera domanda che ci dobbiamo porre, interrogando le nostre coscienze, è: E’ davvero possibile che con i livelli odierni di progresso, non riusciamo a salvaguardare la nostra vita da fenomeni simili, neanche utilizzando tutti gli strumenti a disposizione? [...]

Perchè in Calabria non esiste ancora un Centro Meteorologico Regionale, che invece c’è in molte altre Regioni d’Italia ?
Perchè in Calabria non esistono radar che permettono un costante monitoraggio della situazione meteorologica ?
Perchè in Calabria non esiste una rete di stazioni di rilevamento atmosferico e ambientale ?
[...]

Sono quelli argomenti per un Giudice? Ed e’ colpa della Protezione Civile? Penso proprio di no.

Malagiustizia e Procura di Torino

Ma e’ mai possibile che quando si tratta di episodi di grande interesse, finisce sempre che la magistratura italiana opti per lo spettacolo a discapito della Giustizia?

L’accusa di omicidio volontario per l’A.D. della Thyssen in Italia non sta da nessuna parte. Ruba solo spazio sui giornali, al dramma dei morti e all’identificazione di come fare in modo che certe cose capitino meno spesso.

Sono sicuro che gli avvocati di Harald Espenhahn, stasera, sono contenti.