Tag Archives: LGBT

Il Matrimonio Omosessuale In Italia Come Diritto Sancito Dalla Costituzione

Come gia’ detto in passato, ritengo praticamente ovvio che la difesa del Matrimonio passi dall’allargamento del diritto a ogni coppia di adulti che lo richieda.

Dire agli omosessuali che loro del matrimonio possono anche farne a meno, significa infatti dirlo anche agli eterosessuali.

Tanto varrebbe allora abolire tout-court l’Istituzione del Matrimonio e trasformarla in un contratto di rescissione preventivo da esercitare in caso di divorzio (la tradizione romana, piu’ o meno, e in vigore anche in altre culture).

E in Italia le basi perche’ il Matrimonio venga consentito a tutti (chiamatelo pure Partneraiato Civile se preferite, come hanno fatto nel Regno Unito) sono gia’ scritte nella Costituzione.

Consideriamo infatti il paradosso che, mentre una coppia omosessuale non puo’ adesso sposarsi, la stessa coppia (le stesse identiche persone) lo potrebbe fare se uno dei due (paradossalmente, e’ ovvio) si sottoponesse al bisturi e…cambiasse sesso!

Si tratterebbe insomma di ne’ piu’ ne’ meno che un “ricatto chirurgico” con violazione dell’Art.3 della Costituzione. La quale per l’appunto non si interessa di quali siano gli apparati riproduttivi dei cittadini, anzi dice proprio che “hanno pari dignità sociale e [uguaglianza] davanti alla legge, senza distinzione di sesso“: mentre il cambiamento di sesso al momento, rende diverso l’individuo davanti alla legge (matrimoniale) , visto che il diritto a sposarsi o meno con il proprio partner dipende da un’operazione chirurgica.

Come tollerare e giustificare una situazione del genere? Immaginiamoci l’orrore che susciterebbe un sistema di diritto civile che consentisse il matrimonio solo agli amputati…

Nel PD, Avanzano i Diritti degli Omosessuali

Avanzano, nel senso che non c’e’ mica posto nel PD per chi si dichiara omosessuale. Colpa, si dice, dei soliti pretaioli.

Ma e’ mai possibile che il futuro di Radicali Italiani passi dal secondo partito clericale d’Italia???

Al confronto di Veltroni, Berlusconi e’ un novello Voltaire…

AGGIORNAMENTO: Wow! C’e’ spazio per almeno un’omosessuale: Paola Concia di “Gay Left”.  Sembra un po’ la storia dei “valori della Resistenza” ricuperati a fuor di popolo

Gaudio e tripudio? Vedremo se c’e’ spazio per almeno un altro…

Nasce a Roma il 1 Marzo l’Associazione Radicale ‘Certi Diritti’

Roma, 13 febbraio 2008

Caro Maurizio,

come forse già saprai il prossimo 1 marzo nascerà a Roma l’Associazione radicale ‘Certi diritti‘ che ha, tra i suoi obiettivi, anche quello di battersi per l’accesso all’istituto del matrimonio per le persone omosessuali. Abbiamo ricevuto già molte risposte positive alla prima mail che annunciava l’iniziativa.

L’Associazione oltre a battersi sui temi della liberazione sessuale, in particolare sulle iniziative politiche, giuridiche e culturali per la promozione e la tutela dei diritti civili in materia di identità di genere, intende caratterizzare il suo impegno in favore di campagne informative sull’educazione sessuale, contro la violenza omofobica, contro la penosa, umiliante e discriminatoria legge 40 sulla fecondazione assistita e per promuovere campagne contro la violenza domestica sulle donne.

Si tratta anche di organizzarsi contro lo strapotere del Vaticano che tenta in tutti i modi di entrare nei nostri letti, nelle nostre mutande, nella nostra libertà e responsabilità.

Con questi e altri obiettivi l’Associazione intende essere protagonista della Conferenza permanente per la Riforma del Diritto di Famiglia e ispirerà il suo impegno alle lotte nonviolente di quanti hanno combattuto e vinto il razzismo, la segregazione e la discriminazione per garantire l’universalità dei diritti civili. Anche per questo vogliamo dedicare la nostra iniziativa alla memoria di Makwan Moloudzadeh (il ragazzo di 21 anni impiccato in Iran il 5 dicembre 2007 perché accusato di aver commesso atti omosessuali) e a coloro che hanno sofferto abusi , discriminazioni e violenze a causa della propria condizione sessuale.

Vogliamo qui ricordare il tuo impegno al Manifesto per l’eguaglianza dei diritti, che puoi continuare a far firmare ad amici e conoscenti al sito www.matrimoniodirittogay.it, anche per questo ti invitiamo a partecipare alla nascita dell’Associazione ‘Certi Diritti’. Ci occorre aiuto e sostegno e ogni contributo è importante.

Vogliamo crescere e lavorare insieme a tutte le Associazioni locali e nazionali che si occupano in modo specifico dei temi lgbt nella speranza di raggiungere i comuni obiettivi di conquiste civili. Intendiamo sostenere e collaborare anche con la Rete Lenford, organizzazione di avvocati che vuole dedicare alle questioni Lgbt(e) il proprio impegno, ai lavori parteciperà anche uno dei suoi fondatori, l’Avvocato Francesco Bilotta.

Ci auguriamo di incontrarti in occasione della nascita dell’Associazione, di seguito trovi le informazioni tecniche per partecipare e l’elenco delle relazioni previste. I lavori sono aperti a tutti e ci si può iscrivere anche presso la sede congressuale.

Grazie per l’attenzione, a presto,

Maria Gigliola Toniollo
 Sergio Rovasio

INFORMAZIONI LOGISTICHE SUL CONGRESSO COSTITUTIVO:

I lavori si svolgeranno sabato 1 marzo, a Roma, dalle ore 9.30 alle ore 20, presso la Sala delle Bandiere del Parlamento Europeo, Via Quattro Novembre, 149 (tra Via Nazionale e Piazza Venezia).

Per partecipare e votare al Congresso costitutivo – con inclusa l’iscrizione all’Associazione per il 2008 – occorre versare la quota minima di 30 Euro (o quella dei sostenitori di almeno 50 Euro) con le seguenti modalità: bonifico bancario (o bollettino postale) sul Conto Corrente postale intestato a Associazione Radicali Roma Via di Torre Argentina, 76 – 00186 Roma, numero Conto Corrente 61539227. CIN: Y ABI 7601 CAB 3200 IBAN IT 97 Y 07601 03200 000061539227. Specificare nella causale del versamento: Congresso costitutivo Certi Diritti. Dateci notizia della vostra partecipazione (e del versamento effettuato) alla seguente e-mail: certidiritti@radicali.it

Nell’ambito del Congresso sono previste le seguenti relazioni:

– Conferenza permanente per la Riforma del Diritto di Famiglia, Bruno De Filippis, Giurista;

– Le famiglie nella Costituzione, cosa non dice l’art. 29. Trucchi e manipolazioni nel dibattito pubblico; Mario Di Carlo, Avvocato;

– La rete Lenford, avvocatura per i diritti LGBT Associazione italiana di avvocati che si occupa della tutela giudiziaria delle persone (e coppie) omosessuali. Francesco Bilotta, Avvocato, Docente di Diritto Privato presso l’Università di Udine.

– Il movimento di liberazione sessuale, alcune proposte di azione , Enzo Cucco, Direttore Fondazione Sandro Penna di Torino;

– L’ Europa dei diritti, di Ottavio Marzocchi, radicale, funzionario del Gruppo Alde del Parlamento Europeo;

– Le adozioni per le persone gay, perchè no? di Chiara Lalli;

– Il no al registro delle unioni civili a Roma, di Massimiliano Iervolino, Segretario Radicali Roma;