Tag Archives: Italia Chiama Italia

Obama come Berlusconi

…dice Ricky Filosa su Italia Chiama Italia. E non ha tutti i torti.
Come dimostra questo articolo da Forbes sulla mania di appiccicarsi “Hussein” come secondo nome, imitando appunto Barack H Obama, questi, come Berlusconi, ispira una tribu’ di seguaci, al di la’ delle vecchie idee di “partito”.
E’ un trend cominciato non saprei se con Silvio nel 1993 o con De Gaulle ai tempi della fondazione della V Repubblica francese. Chissa’ se qualche sociologo c’ha gia’ ragionato sopra.

Non Meravigliamoci Che Gli Italiani Siano Divisi

Italiani sempre divisi: eredità postbellica?” si chiede Margherita Genovese su Italia Chiama Italia.

Eredita’ postbellica probabilmente si’, ma risale alle guerre fra Guelfi e Ghibellini, probabilmente. Leggiamo infatti cosa dice l’Inno di Mameli in due strofe che nessuno canta piu’:

Noi fummo da secoli / calpesti, derisi, / perché non siam popolo, / perché siam divisi. / Raccolgaci un’unica / bandiera, una speme: / di fonderci insieme / già l’ora suonò.

CORO

Uniamoci, amiamoci, / l’unione e l’amore / rivelano ai popoli / le vie del Signore. / Giuriamo far libero / il suolo natio: / uniti, per Dio, / chi vincer ci può?

Diro’ anche di piu’: la colpa e’ dei Romani, che hanno trovato un’Italia dei popoli e l’hanno unificata a forza. Quando poi se ne sono andati, la litigiosita’ e’ tornata e non si e’ ancora pacata nonostante i 1600 anni intercorsi.

PD a Berna: Attese Un Miliardo e Settecento Milioni di Persone

Pullman gratis per la manifestazione del Partito Democratico venerdi’ 31 ottobre a Berna contro Mantica, il sottosegretario agli Esteri con delega agli Italiani nel mondo (si vede che anche all’estero, troppi Italiani non riescono ad acquisire alcun senso del ridicolo).

E il successo e’ assicurato: avendo potuto incastrare due milioni e mezzo di esseri umani nel Circo Massimo (circa 34 al metro quadro, cioe’ un quadrato di 17 centimetri di lato per ciascun partecipante), Veltroni e soci non avranno difficolta’ a dichiarare che nei 51.6kmq di Berna ci saranno ben 1,760,419,225 (un miliardo, settecentosessanta milioni, quattrocentodiciannovemila, duecentoventicinque) manifestanti!

ps magari il senatore Micheloni non ha mai visto il terzo episodio di “Io Tigro, Tu Tigri, Egli Tigra” con Enrico Montesano che trenta anni fa per sbaglio sconfina in Svizzera con una manciata di Bersaglieri (il cui numero viene gonfiato a due milioni e passa quando la notizia finalmente giunge a Roma).

Misteriose Insinuazioni dal nonsenatore Di Girolamo

Nicola Di Girolamo, nonsenatore che ha gia’ subito l’onta di vedere l’apposito Giunta del Senato proporre l’annullamento della sua elezione (in quanto rappresentante degli Italiani all’Estero senza averne avuto tutti i requisiti) e al quale posso solo consigliare caldamente un ritorno alla vita “normale” fuori da Palazzo Madama (visto che dopo aver speso decine se non centinaia di migliaia di euro in pubblicita’ elettorale non e’ arrivato a capire che gli sarebbe bastato passare un paio di giorni come effettivo residente in Belgio per evitare ogni contestazione della elezione) manda una curiosa missiva a Ricky Filosa, Direttore di Italia Chiama Italia:

Preg.mo Signor Direttore,

[…] il signor Fantetti, […] lo scorso aprile, non riuscendo a rassegnarsi per la sconfitta subita sul campo, cercava in tutti modi di accostare alcuni miei collaboratori avanzando richieste e minacciando che in difetto avrebbe potuto, grazie a delle sue amicizie, farmi passare dei ‘guai gravissimi’.

Al mio netto rifiuto seguivano i noti fatti e le note vicende giudiziarie.

[…] Oggi, quindi, alla luce della determinazione della Giunta, ho finalmente la possibilità di poter dare anche la mia versione dei fatti.

In tal senso quindi sono a Sua disposizione per rispondere alle domande che mi si vorranno porre e rendere pubbliche le motivazioni ed i fatti non noti che hanno determinato le indegne iniziative di cui sono stato fatto oggetto.

Nicola Di Girolamo

==========

Due domande se fossi io a intervistare il nonsenatore Di Girolamo:

  1. Perche’ nessuno avrebbe denunciato Fantetti, il quale secondo Di Girolamo sarebbe andato in giro minacciando e ricattando? Chissa’ se ingiuriare e calunniare sono attivita’ protette dall’immunita’ parlamentare…
  2. Se Di Girolamo non ha ritenuto opportuno “rendere pubbliche le motivazioni ed i fatti non noti” alla Giunta delle Elezioni e delle Immunita’ Parlamentari del Senato presieduta dall’On. Follini, perche’ mai invece dovrebbe farlo su un periodico?

Con tutto il rispetto dovuto al lavoro di Filosa e collaboratori: il Senato e’ sempre il Senato…

Italiani all’Estero: SuperMantica Proteggici Tu!

Al Senatore AN-PDL Alfredo Mantica, veterano  di Palazzo Madama e Sottosegretario agli Esteri, e’ stato conferita la delega agli “Italiani del Mondo” dal Ministro Franco Frattini, lo scorso 26 Maggio, con i compiti (come riportato su Italia Chiama Italia) di intraprendere “azioni volte alla loro integrazione nei vari aspetti e i loro diritti” e di occuparsi della “valorizzazione degli imprenditori italiani all’estero” e del coordinamento delle “attività volte al rafforzamento e alla razionalizzazione della rete consolare“, provvedendo “alla costituzione di apposite Commissioni e gruppi in materia“.

Auguroni al Senatore Mantica…anche perche’ nello snellimento generale delle cariche governative, ha avuto altre deleghe non trascurabili: “Paesi europei, compreso il Caucaso e i Paesi dell’ex Unione Sovietica; Rapporti con le istituzioni Europee e, infine, l’esercizio della presidenza della commissione nazionale per la promozione della cultura italiana all’estero”

Urka! Ma non sara’ un po’ troppo? Forse Frattini ha in mente di regalare a Mantica mantello rosso e costume blu, adesso che diventera’ veloce ed efficiente come l'”Uomo d’Acciaio“? 

Insomma, sempre meglio della imperscrutabile Barbara Contini, dira’ qualcuno, Ma qual’e’ la probabilita’ che il Sottosegretario Mantica faccia qualcosa di concreto per gli italiani all’estero? Speriamo solo abbia ragione l’On. Picchi (la cui mancata nomina come Viceministro per gli Italiani all’Estero indica un certo pressapochismo e mancanza di coraggio ai piani alti del Popolo della Liberta’):

Gli italiani all’estero sono interessanti alle chiacchiere, o al fatto che la delega agli italiani nel mondo sia stata comunque concessa? E poi, è stata da solo ieri. Se tra un mese, due, tre, non ci sarà nessun provvedimento legislativo a favore degli italiani all’estero, allora vedremo.