Opus Dei, Ruini e Cattolici italiani

Una breve riflessione sulle recenti picconate palesemente anti-cristiane da parte di Cesare Cavalleri dell’Opus Dei e del Cardinale Ruini, vendicativi e spietati nei confronti di ha sofferto ed e’ morto, ma soprattutto della moglie e della madre di Welby, abbandonate nella tragedia dalla loro Comunita’, Ecclesia, Chiesa

Fondamentalmente il problema risiede nel campo dei Cattolici italiani, e nel loro (nostro) permettere di farsi guidare da persone dalle dubbie tendenze caritatevoli

Ma per l’Italia tutta forse il vero dramma e’ nel servilismo dei “politici Cattolici” i quali davvero non muovono foglia senza l’approvazione di Camillo R o Cesare C, in un atteggiamento assurdo, anche perche’ assolutamente non necessario

Qui nel Regno Unito ci sono svariati parlamentari Cattolici che non ci pensano due volte a votare secondo coscienza, invece che secondo dottrina

E lo dichiarano pubblicamente, senza tanti anatemi o scomuniche da quel di Roma: piu’ di un esempio proprio in questi giorni, nel dibattito sul permettere o meno alla agenzie di adozione cattoliche di rifiutarsi di considerare coppie omosessuali

E’ roba che nel Bel Paese, forse sara’ materia da XXII secolo. Intanto finanche il Ministro per le Comunita’ Ruth Kelly, molto vicina a Blair e addirittura ella stessa membro dell’Opus Dei (!), ha detto che la sua religione non le impedira’ di lottare contro ogni tipo di discriminazione

Perche’ quelli dovrebbero essere piu’ liberi dei “nostri”? A meno che non fosse tutto cio’ prova del fatto che il Potere Temporale, ahime’, stia ritornando in auge

Quella si’, se mi si permette la battuta, una “resurrezione” di cui non si sentiva alcun bisogno

(Lettera inviata a “Notizie Radicali”)