L’Autorità Scientifica Nel Manifesto Della Razza

E poi uno si chiede perché affidarsi all’Autorità Scientifica sia una decisione straordinariamente stupida.

Da “Le leggi razziali in Italia e il Vaticano” di Giovanni Sale, Jaca Book 2009 (p72)

[…] Intanto il 25 luglio un comunicato del Partito Nazionale Fascista, per far tacere alcuni sospetti sollevati negli ambienti internazionali (e non soltanto) sullla autorità scientifica degli estensori del Manifesto, rendeva noti i nomi di coloro che lo avevano redatto e du quelli che vi avevano aderito, e dichiarava che esso era stato preparato sotto l’egida del ministero della Cultura Popolare (42). […]

(42) I fimatari più noti del Manifesto della razza erano due medici (S. Visco e N. Pende), un antropologo (L. Cipriani), uno zoologo (E. Zavattari), uno statistico (F. Savorgnan) e uno psichiatra (A. Donaggio); gli altri erano oscuri assistenti universitari […]