In Georgia, la Russia Vince a Mani Basse

E se il Presidente Mikheil Saakashvili della Georgia, fosse un agente russo?

Sicuramente con la sua ancora inspiegabile decisione di muovere le truppe nella Ossezia del Sud proprio nel giorno dei giochi olimpici, Saakashvili e’ diventato la cosa migliore che sia accaduta alla Russia dal giorno in cui il prezzo del petrolio ha cominciato a salire. Quale amico di Putin e Medvedev sarebbe mai stato capace di realizzare una serie cosi’ impressionante di risultati pro-russi:

  • Dimostrare che la Russia è la Potenza che comanda nel Caucaso
  • Dimostrare che, nonostante i paroloni, gli Stati Uniti e la NATO non hanno alcun desiderio di aiutare un qualsiasi “alleato” che si trovi nella situazione sbagliata contro la Russia
  • Ripristinate l’orgoglio militare russo, con una rapida e completa vittoria, inclusa una apparentemente inarrestabile invasione della parte della Georgia nominalmente controllata da Tbilisi
  • Permettere al Governo di Mosca di risplendere di gloria diplomatica e magnanimità, rifiutandosi di portare il conflitto alla sua logica conclusione (la occupazione di Tbilisi)

Ora che Saakashvili ha raggiunto i suoi obiettivi, forse potra’ farsi da parte e permettere a un nuovo governo filo-russo di inaugurare una costituzione federale per la Georgia / Abkhazia / Ossezia meridionale…