Il Non-Senatore Di Girolamo Contesta La Propria Costituzionalita’

Sempre piu’ paradossale la situazione di Nicola “Ma che te l’ha fatto fare” Di Girolamo, il non-senatore del PDL eletto rappresentante degli Italiani all’estero (Europa) senza aver mai risieduto altro che in Italia (ormai si tratta di fatti ampiamente accertati).

Adesso per godersi la sua poltrona per un paio di giorni in piu’, e’ arrivato a contestare la costituzionalita’ della Legge Tremaglia: quella stessa Legge che ha prima sfruttato per accaparrarsi un posto a Palazzo Madama.

Ecco la notizia dall’Agenzia AISE e da Italia Chiama Italia. Cito solo un paio di dichiarazioni:

…per mettere la parola fine a questa squallida vicenda, si dovranno aspettare ancora alcuni giorni. Nel frattempo però lo spettacolo cui gli italiani, non solo quelli all’estero, devono assistere si fa sempre più indecente!” (Raffaele Fantetti all’AISE)

“Signori, è davvero il colmo. La faccia di bronzo – per non dire altro – di questo signore, è davvero incredibile. Ora Di Girolamo si è inventato quest’ultima scappatoia, che chissà chi gli ha suggerito, e contesta la coerenza costituzionale delle legge Tremaglia, la stessa legge che gli ha permesso di entrare al Senato!!” (Ricky Filosa, Direttore di Italia Chiama Italia)

Preghiamo: affinche’ il Sig. Nicola Di Girolamo si ravveda, comprenda i propri errori e si ritiri a vita monacale per i prossimi sei lustri. Amen.