Guida Brevissima alla Epidemiologia

In campo epidemiologico, la “certezza” non si ha al di sotto di un rischio relativo pari a 3 (vale a dire, il 200% in piu’ o in meno del normale).

In altri termini, quando si sente dire per esempio che “e’ stato accertato che bere moderatamente il vino diminuisce l’incidenza delle malattie coronariche dell’XYZ%”, tale affermazione ha tanto meno valore quanto piu’ XYZ% e’ inferiore a 200%.

E’ per questo che si puo’ dire che il fumo di sigaretta CAUSA i tumori al polmone (rischio relativo circa 40, vale a dire, circa il 4000% in piu’ del normale) mentre per gli inceneritori e’ tutto ancora molto oscuro (aumenti dell’incidenza di alcune malattie del 16%, cioe’ un rischio relativo di 1.16).

E’ anche per questo che la commissione del governo britannico sulla cannabis, avendo scoperto un aumento a tutta prima impressionante, del 100% (rischio relativo: 2) del rischio di problemi psichiatrici fra i consumatori abituali di quella droga, ha solo potuto dire che “c’e’ un debole collegamento fra consumo e malattia”