Freedom House E Il Declassamento Dell’Italia: Appuntamento A Giugno

Tanto e tanto fugace parlare del declassamento dell’Italia a Paese “parzialmente libero” da parte di Freedom House. Prima di stracciarsi le vesti (ed incolpare Berlusconi di tutto) consiglierei pero’ di aspettare qualche settimana, perche’ il rapporto dettagliato sull’Italia, dove si spiegano le ragioni del declassamento, dovrebbe uscire a Giugno 2009.

Per ora esiste solo qualche riga nel Comunicato Stampa generale: dove si parla di un aumento dell’uso di tribunali e delle leggi contro la diffamazione; fisica e “extra-legale” intimidazione in aumento da parte del crimine organizzato e di organizzazioni di estrema destra; e “preoccupazioni” riguardo la proprieta’ e l’influenza esercitata sui media. In particolare:

Il ritorno del magnate delle comunicazioni Silvio Berlusconi come Primo Ministro ha risvegliato paure riguardo la concentrazione delle stazioni radiotelevisive private o di proprieta’ dello Stato sotto la guida di una singola persona”.

Quanta parte del declassamento e’ stata basata su queste “paure”? Staremo a vedere…