Cuffaro Va Capito

Quante storie per la foto di Cuffaro che festeggia la sua condanna a cinque anni con un piattone di cannoli. Tante al punto da farlo dimettere (o forse ha preferito che il Viminale non gli facesse coniugare il verbo “dimettere” al passivo).

Io tutto questo scandalo nei cannoli proprio non lo vedo.

Condanna, assoluzione, nascita, morte, matrimonio, divorzio, assunzione, licenziamento…cosa importa? E’ SEMPRE IL MOMENTO BUONO PER CELEBRARE CON UN BEL VASSOIONE DI CANNOLI!!!

E sara’ un momento buonissimo, il giorno che da Roma finisse finalmente l’appoggio a personaggi implicati in un modo o nell’altro con la mafia.

Siciliani, calabresi, campani dovranno naturalmente liberarsene da soli, della malavita organizzata, ma insomma perche’ rendere loro la vita piu’ difficile?