Ateismo Al Capolinea

Da Scientific American, citato per intero sull’Integral Options Cafe:

Una teoria matematica pone dei limiti su quanto una entità fisica possa conoscere del passato, presente o futuro …

David H. Wolpert, un informatico con preparazione di base in fisica che lavora presso lo Ames Research Center della NASA, ha definito la sua versione di “limite della conoscenza”. A causa di quel limite, sono le sue conclusioni, l’universo si trova al di là della portata di qualsiasi intelletto, non importa quanto potente, che potrebbe esistere entro l’universo. In particolare, nel corso degli ultimi due anni, ha progressivamente migliorato una teoria in base alla quale non importa quali siano le leggi della fisica che governano un universo, ci saranno inevitabilmente fatti riguardo l’universo che i suoi abitanti non possono apprendere tramite esperimenti o prevedere tramite calcoli …

Come spiega Scott Aaronson, un informatico presso il Massachusetts Institute of Technology: “Che le tue previsioni circa l’universo siano fondamentalmente vincolate dal fatto che sei anche tu parte dell’universo di cui vuoi fare una previsione, e’ sempre sembrato abbastanza ovvio per me …”

Cosa rimane dunque dell’ateismo? Quand’anche non esistesse altro che l’universo fisico, non vi è alcun modo per qualsiasi parte di esso di apprendere tutto con lo sperimentare o predire con un calcolo. In altre parole, se non esiste altro, l’universo fisico è l’unica cosa che può pienamente conoscere l’universo fisico.

Quanto è lontano tutto cio’ dalla definizione di Divinità? E che cosa lascia tutto cio’ all’ateo? Credere in assurdità come la non-esistenza dell’universo fisico?

Se ha ragione Wolpert, non vi è piu’ alcuna logica nell’ateismo. L'”Ultimate 747″, la prova di Richard Dawkins della non esistenza di Dio, appare pittoresca: semplicemnte, la Divinità non può essere una qualsiasi parte del l’universo fisico.

======

Ovviamente si può e potrà ragionevolmente parlare di agnosticismo. Ma nel post-Wolpert l’agnosticismo diventa semplicemente il credere che con la Divinità non si possa entrare in comunicazione.

Di una cosa possiamo essere certi: che ci sia, la’ fuori, molto piu’ di un semplice insieme di oggetti.

6 Replies to “Ateismo Al Capolinea”

  1. Se credere in qualcosa rende le capacità filosofiche dei credenti stessi così prevedibili, poco affascinanti e assolutamente di scarso livello….è davvero un peccato che non si possa dibattere seriamente, meno male che la religione va ancora di moda, sennò oltre ad essere degli alienati ve ne accorgereste e ci stareste male,a differenza dei credenti non mi piace veder soffrire nessuno.

  2. ma cosa stai scrivendo?
    lo si sapeve da tempo che, almeno per le nostre conoscenze l’universo è, nello spazio-tempo infinito e quindi inconoscibile.
    Ed allora cosa rimane della fede, visto che inconoscibile?
    noi atei ammettiamo umilmente di poter parlare solo di ciò che conosciamo, voi invece su ciò che NON conoscete vi inventate un vecchietto con la barba bianca che ci guarda dall’alto. (quale alto in senso astronomico?

  3. Maurizio

    Atei o credenti; questo sentire proprio dell’uomo non credo possa essere influenzato da nessun grande pensatore, passato o futuro ( e includiamo anche Wolpert ).Prova ne sono i nostri progenitori che notoriamente “credevano”, ma pur sempre influenzati dal non razionalmente spiegabile, esattamente come oggi. Il credente come l’ateo non hanno bisogno della “prova”, che per ovvie ragioni come dice Wolpert non ci sarà mai, ma solo di umanissime rassicurazioni sul loro “esistere”. Altrimenti che homo sapiens saremmo.

  4. Credo che come per l’universo ognuno puo credere o meno quel che vuole. Prova ne sono i milioni di cattolici che si rivolgono al mago sempicemente perchè “ignorano”; ciò non avvalora nessunissima teoria o credo, come nel caso del sig. Wolper con buona pace dell'”anima” sua.

    1. Marco

      Se il lavoro di Wolpert verra’ corroborato, sara’ lassu’ con Heisenberg e Goedel. Non penso gli si potra’ fare “spallucce”

Leave a Reply - Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.