Astronomia, Punto Debole de Il Giornale

Date: Mon, 16 Oct 2006 12:02:03
From: “Maurizio Morabito”

Caro Direttore [de Il Giornale]

Mi permetto di segnalare un errore grossolano nell’edizione del 16 ottobre

L’astronomia è il punto debole di molti” scrive Enza Cusmai in “Viaggio nell’universo con ‘il Giornale” (n. 41 del 16-10-2006 pagina
21).

Purtroppo, sembra anche essere il punto debole della Cusmai, e a quanto pare di che trascina con se’ l’involontario Leopoldo Benacchio, professore di astrofisica a Padova, il quale viene citato a dire che “Marte ha le dimensioni della Terra”.

Il pianeta Marte ha un diametro che e’ la meta’ di quello terrestre. Il nostro pianeta ha una massa che e’ ben 9 volte quella di Marte.

La gravita’ superficiale e’ il 38% di quella terrestre, per cui non occorrerebbe per rientrare nessun razzo “alto cento metri”, altra perla dell’articolo.

Spero solo che la qualita’ del testo dell’Atlante Enciclopedico dell’Universo [appena pubblicato da Il Giornale] sia molto superiore.

2 Replies to “Astronomia, Punto Debole de Il Giornale”

  1. Grazie Prof Benacchio del suo commento. Fa risaltare ancora di piu’ l’involontaria ironia de Il Giornale, che ha stravolto l’astronomia proprio mentre ne presentava un’opera enciclopedica

  2. Ho trovato casualmente questo post, cercando tutt’altro… capita.

    Non ho visto il pezzo citato , ricordo una lunga conversazione con una giornalista, o free lance non ho idea, de Il Giornale che doveva, in poco tempo e a digiuno della materia, scrivere un articolo a corredo dell’uscita di un qualche allegato de “il giornale”, una sorta di atlante dell’Universo se ricordo bene .

    E’ possibile che nel riassumere la giornalista abbia interpretato a suo modo quel che ho detto, come ad esempio il fatto che Marte è un pianeta “terrestre” e con dimensioni dell’ordine di grandezza di quelle terrestri.

    Per quanto riguarda Marte il discorso fatto riguardava la possibilità di arrivarci, pacifica visto che ci sono arrivate diverse sonde, sia USA che UE anche recentemente, e sopratutto quella di ritornare sulla Terra partendo dal Pianeta Rosso,, attualmente assai più problematica con le tecnologie che possediamo.

    cordialmente

    LB

Leave a Reply - Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.