Antiterrorismo piu’ cinematografico che serio

Le analisi che ho letto riguardo la spettacolare azione antiterrorismo del 10 agosto 2006 sono omnicomprensive a parte un
punto che mi e’ molto a cuore come abitante di Londra dalle fattezze vagamente mediorientali

La polizia inglese dice di aver sventato una dozzina di attentati in tutti questi anni. Prove non se sono viste molte. Anche il 10 agosto 2006, zilch, niente, nisba, nada

L’unica cosa seria dall’11 settembre ad oggi e’ stato lo shoebomber, che infatti e’ stato catturato (all’ultimo momento), processato, e condannato. La foto della scarpa e’ stata subito disponibile

Di tutti gli altri possibili attentatori e attentati, nessuna traccia se non nelle dichiarazioni della polizia

In compenso, un Brasiliano innocente e’ stato ucciso dalla stessa polizia, e un inglese con la barba lunga e l’origine asiatica e’ stato colpito da un proiettile in casa sua dopo una irruzione gigantesca, assolutamente inutile e basata su chiacchiere

Con quale fiducia dobbiamo quindi prendere questa ultima azione altamente cinematografica?

E’ altamente probabile che fra due, tre, quattro settimane la maggior parte degli “attentatori” di ieri siano liberati con tante scuse, e magari due di loro condannati per infrazioni minori e senza relazione alcuna con il terrorismo

Un radioascoltatore ha insinuato venerdi’ in un messaggio a Radio 24 che c’e’ un complotto per nascondere la guerra in Libano. Io non sono d’accordo: c’e’ che (in UK, ma ahime’ temo anche altrove) siamo in mano a un gruppo di incompetenti esagitati che farebbe bene a lavorare seriamente e con meno cagnara

Basti pensare al cappellano islamico di Guantanamo (arrestato come spia, condannato per le foto di quattro ragazze nude sul suo PC); o all’avvocato di tanti falsamente accusati di terrorismo negli USA anche lui incarcerato con tanta fanfara, e poi liberato poco dopo senza mezza accusa); ai tredici “terroristi pachistani” arrestati in Italia anni fa (solo dei poveracci)

Dall’altra parte, gli attentati di Madrid e Londra compiuti senza problemi

Uno certo non pretende che la polizia le azzecchi tutte, ma insomma speriamo che ne azzecchi una volta, almeno una