Annozero, livello zero

3 Replies to “Annozero, livello zero”

  1. Eccolo un’altro che ha in mano la verità…

    Annozero è una trasmissione nazionalpopolare (sensu Guccini) e quindi incarna i mali (ovvi) e i pregi (comunque ce ne sono) di chi vuole fare informazione su tutto chiamando in causa “esperti” selezionati e dando però voce anche ai cittadini.

    Il livello è quello che è ma credo ci si dovrebbe chiedere se staremmo (noi Italia) meglio senza…

    Cordialità…

    PS: ho letto il tuo post su altro blog: Climatemonitor

    1. Leonardo – visti i risultati, dubito che ad Annozero si volesse fare informazione. Spettacolo, magari sì…d’altronde è il maggior difetto della TV, resta comunque aggrappata alla concezione originale di teatro trasmesso via etere. per cui lo spettacolo viene prima di tutto.

      1. Maurizio, sono d’accordo che lo spettacolo (anzi la prima mira è l’audience) viene prima di tutto. Del resto ormai è una guerra poter comunicare qualcosa senza essere vincolati da aspetti economici o finto-democratici (vedi l’imposizione della RAI di ospitare sempre qualcuno che dica il contrario di qualcun altro per cosiddetta par condicio). Rimangono Gabanelli e Iacona ma sono relativamente poco seguiti perché per molti fanni dei polpettoni troppo impegnativi da seguire. Annozero invece adotto un format che tiene sveglia la gente (anche solo per le sterili e architettate ad arte polemiche in studio) e quindi “funziona”.
        Come cambiare? mah…

Leave a Reply - Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.