Categories
Ateismo Cattolicesimo Cosmo Cristianesimo Cultura Filosofia Italiano

La Fisica dei Miracoli e del Libero Arbitrio

Una scoperta scientifica pubblicata alcuni mesi fa sulla rivista Physical Review Letters e segnalata su The Economist potra’ avere presto come conseguenza un rinnovato interesse religioso sulla Fisica:

Il 5% del magnetismo del Protone è dovuto non dai quark al suo interno ma da quark virtuali che appaiono e scompaiono dal nulla dentro il Protone stesso

E’ un dato perfettamente ragionevole. Infatti la Fisica Quantistica corrente

“predice che i cosiddetti “quark virtuali”, insieme ai loro corrispettivi fatti di antimateria, emergano continuamente dal vuoto per poi scomparire, come conseguenza del principio di incertezza del Heisenberg. Così, mentre un Protone ha tre quarks residenti fissi, ha anche altri ospiti di molto breve durata”.

Una tal scoperta puo’ pero’ anche preannunciare delle conseguenze affascinanti.

In primo luogo, 5% non e’ esattamente una quantita’ trascurabile.

In secondo luogo, la misura e’ ovviamente una media. Un protone otterra’ una piccola spinta in un senso, un altro protone una spinta un po’ piu’ grande o piu’ piccola in un altro sensom, e cosi’ via. Senza effetto macroscopico… ma soltanto nella misura in cui le particelle virtuali appaiano a caso nei protoni.

In terzo luogo, se questo accade per un genere di particella, e’ estremamente probabile che esso accadra’ per tutti i generi di particelle, non solo protoni.

Quarto, se questo accade per un genere di forza, è altamente probabile che accadra’ per tutti i generi di forze, non solo il magnetismo.

—————-

Il risultato finale è che quando potremo controllare dove, quando e come le particelle virtuali si materializzano all’interno delle particelle reali, saremo capaci di fare tutta una serie di azioni al momento impossibili.

Immaginiamoci di poter “mettere a fuoco” un magnete in modo che attragga un oggetto metallico particolare, anziche’ tutti gli oggetti all’interno di un certo raggio….improvvisamente, ecco che spostiamo oggetti specifici a distanza. Quella e’ Telecinesi.

Oppure pensiamo a campi gravitazionali rinforzati, indeboliti, focalizzati a volonta’. Quella e’ Levitazione. E il volo spaziale e le automobili volanti si transformeranno in giochi da ragazzi da costruire e pilotare.

—————-

Si tratta solo di sogni al momento, di impossibilita’, che potremmo denominare Miracoli se dovessimo esserne testimoni (secondo il famoso detto di A.C. Clarke: Una Tecnologia sufficientemente avanzata e’ indistinguibile dalla Magia).

Ma che cosa impedirebbe a Dio di usare quegli stessi quark virtuali per effettuare… Miracoli? (a parte la non-esistenza, naturalmente…ma ammettiamo per un attimo che Dio esista).

La Levitazione permette di camminare sull’acqua e il volo da Mecca a Gerusalemme, e la Telecinesi la divisione del Mare Rosso. Un certo controllo della “forza forte” e della meccanica dei quark facilita la trasformazione di acqua in vino. Ecc ecc.

Le particelle virtuali che appaiono dappertutto possono quindi essere il Meccanismo di Dio di Controllo da Dietro Le Quinte: invisibile e intangibile ma dalle vaste conseguenze: una Fisica dei Miracoli.

—————-

Per il Teista, tutto cio’ ha senso.

Dio avrebbe creato un Universo che puo’ prendersi cura di se’ ma non e’ completamente impermeabile ai cambiamenti.

Inoltre l’obiezione principale contro i Miracoli, decadrebbe, visto che nella Fisica dei Miracoli la Divinita’ puo’ intervenire senza intaccare le leggi naturali scritte nell’Universo.

Proprio come la luce e’ fatta di onde E di particelle, potremmo dire che l’Universo è allo stesso tempo deterministico E casuale.

Anche l’Evoluzione puo’ allora essere una camminata casuale E la rivelazione guidata di un certo programma di fondo.

—————-

E noi (SE esistiamo)? Possediamo un Libero Arbitrio o siamo nelle mani di una figura onnipotente (Dio, o il Fato, o il Caso) che decide per noi? Entrambi.

Categories
Catholicism Christianity Cosmos Culture English Parallel Universes Philosophy Physics Theology Universe

The Physics of Miracles And Of Free-Will

A scientific finding published a few months ago on Physical Review Letters and reported on The Economist may soon send religious types of all sorts and shapes to salivate back to their Physics books.

5% of a proton’s magnetism is contributed not by the host quarks but by visiting strange quarks that have popped out of nowhere“.

It is a perfectly reasonable discovery. Current quantum physics in fact

predicts that so-called virtual quarks, together with their anti-matter partners, are continuously emerging from the vacuum of space and then disappearing again as a result of Heisenberg’s uncertainty principle. So, while a proton has three resident quarks, it also plays host to a lot of short-term visitors

Nevertheless, such a discovery may herald fascinating consequences.

First of all, 5% is not exactly a negligible quantity.

Second, the measurement is obviously an average, so one proton will get a little nudge in one direction, another proton a slightly larger or smaller nudge in another direction, and so on and so forth. There is no macroscopic effect…but only insofar as the virtual particles pop up randomly in the protons.

Third, if this happens for one kind of particle, it is extremely likely it will happen for all kinds of particles, not just protons

Fourth, if this happens for one kind of force, it is highly likely it will happen for all kinds of forces, not just magnetism

—————–

The end result is that when we will be able to control where, when and how virtual particles pop-up within real particles, we will be capable to do all sort of currently deemend impossible actions. Imagine being able to “focus” the properties of a magnet so that it will attract a particular metallic object, instead of all the objects within a certain distance range….suddenly, one could move specific objects from a distance. That’s telekinesis for you.

Or look forward to the time gravitational fields will be strengthened, weakened, focused at will. That’s levitation for you. And spaceflight and levitating cars will become a child’s play to build and pilot.

—————–

Those are just dreams at the moment, impossibilities, what we could call Miracles if we were to witness them (as per A.C. Clarke’s famous saying: Any sufficiently advanced technology is indistinguishable from magic).In fact, what is there to prevent God from using those same virtual quarks exactly to perform…Miracles? (God of course could be prevented by being non-existant 😎 ; but let’s assume for now that’s not the case…).

Levitation does indeed allow one to walk on water or fly from Mecca to Jerusalem, or telekinesis the parting of the Red Sea. Some good control of the strong force and quark mechanics simplifies transforming water into wine or anything else.

Etc etc. So virtual particles popping all over the place may be God’s Backroom Control: invisible and intangible but still very much of consequence. Sort of a Miracle Physics (MP) Model.

—————–

For the Theist, it all makes sense.The Deity would have created a Universe that can take of itself but still not completely impervious to on-the-fly modificationsAlso the main objection against miracles would lose ground, as in the MP model the Divinity can intervene without foregoing the natural laws inscribed in the Universe

Just as light is a wave AND a particle, and an electron is a wave and a particle, we could say that the Universe is at the same time deterministic AND random. Not to mention that Evolution can then be a random walk AND the guided unveiling of some underlying plan.

—————–

So do we (well, IF we exist) have free will or are we in the hands of an omnipotent figure (if He/She exists) that decides things for us? Both.