Categories
English Moon NASA Space Vostok

Moon: a Faraway Place for Female Astronauts

It took the whole of 19 years between the 1963 space flight of  Valentina Tereshkova and that of another woman (Svetlana Savitskaya in 1982).

That gap was due no doubt to compounding of a male chauvinist Soviet society on top of all the issues encountered during her Vostok 6 flight, clearly only few of them even remotely attributable to her own fault: wrong orbit, problems in handling the equipment, Space Adaptation Syndrome including vomiting, unbearable pain, low food consumption, radio silence, etc etc.

It could have easily been predicted that those issues would become the excuse to ground female astronauts for decades, and that’s exactly what has happened.

Move forward now to 2007 and to the abysmal tragedy of Lisa Nowak, the NASA astronaut with more experience in maneuvering the Space Shuttle’s robotic arm than her own emotions.

Perhaps there is less chauvinism now than in the mid-1960’s…but only time will tell if the Nowak Affair will not become the excuse to prevent women to fly to the Moon until much, much later this century. 

Categories
Italia Italiano Mafia Radio24

Cruciani e la coppola di Cuffaro

Giuseppe Cruciani, apprezzato conduttore di vari programmi su Radio24 fra cui “Viva Voce“, e’ stato vittima di un inaspettato ma illuminante scivolone nella puntata de “La Zanzara” del 6 Marzo 2007.

All’inizio della trasmissione ha infatti ritrasmesso, un po’ scandalizzato, l’audio di un “intervento comico” del Presidente della Regione Sicilia Toto’ Cuffaro.

Disponibile su YouTube, il video di Cuffaro con la coppola e un bicchiere di vino lo vede filosofare con il conduttore di una trasmissione televisiva di politica siciliana, arrivando a suggerire di dichiarare guerra all’America per essere invasi e… liberati dalle vessazioni dello Stato Italiano.

Cruciani ha espresso dubbi su tali vessazioni, sull’umorismo dell’invasione americana e sull’opportunita’ per un personaggio chiacchierato come Cuffaro di “interpretare” il ruolo del solito mafioso con la solita coppola.

In realta’ il video di Cuffaro che gioca a fare la guerra all’America potrebbe essere usato come biglietto di ingresso per… gli Italiani alla realta’ italiana.

Infatti lo scandalizzarsi sulla performance di Cuffaro non e’ in fondo in fondo dovuto altro che allo scontro fra sensibilita’ ed esperienze storiche diverse: e quelle di Sicilia (e Calabria, oserei aggiungere) non sono quelle di gran parte della Penisola.

Il fatto che Cruciani abbia poi scambiato una “coppola” come un simbolo della mafia significa che i presunti legami “inopportuni” di Cuffaro e la sua gestione particolare della Sicilia non sono il vero punto del contendere. E’ stato un po’ come guardare in cagnesco un filmato di sauditi dicendo che e’ inopportuno il loro vestirsi come Osama bin Laden.

L’Italia e’ varia, molto piu’ varia di quanto uno possa mai immaginare.

ps La barzelletta dell’invasione americana e’ vecchia di almeno venticinque anni

pps Uno si immagina che Cuffaro pero’ non voglia che Palermo diventi Baghdad…